Il sistema circolatorio dell'uomo. Cos'è un vaso sanguigno?

La diffusione del sangue in tutto il corpo umano viene effettuata attraverso il lavoro del sistema cardiovascolare. Il suo organo principale è il cuore. Ogni colpo contribuisce al fatto che il sangue muove e nutre tutti gli organi e i tessuti.

Struttura del sistema

Nel corpo, si distinguono diversi tipi di vasi sanguigni. Ognuno di loro ha il suo scopo. Quindi, il sistema include arterie, vene e vasi linfatici. I primi sono progettati per garantire che il sangue arricchito con sostanze nutritive sia fornito a tessuti e organi. È saturo di anidride carbonica e vari prodotti isolati durante la vita delle cellule, e attraverso le vene ritorna al cuore. Ma prima di entrare in questo organo muscolare, il sangue viene filtrato nei vasi linfatici.

La lunghezza totale del sistema costituito da vasi sanguigni e linfatici nel corpo adulto è di circa 100 mila km. E il cuore è responsabile del suo normale funzionamento. È quello che pompa circa 9,5 mila litri di sangue ogni giorno.

Principio di funzionamento

Il sistema circolatorio è inteso per il supporto vitale dell'intero organismo. Se non ci sono problemi, funziona come segue. Arricchito il sangue dal lato sinistro del cuore attraverso le arterie più grandi. È trasportato in tutto il corpo a tutte le cellule attraverso vasi ampi e capillari più piccoli, che possono essere visti solo al microscopio. È il sangue che entra nei tessuti e negli organi.

Il luogo in cui si connette il sistema arterioso e venoso è chiamato "letto capillare". Le pareti dei vasi sanguigni sono sottili e sono molto piccole. Ciò consente di estrarre completamente ossigeno e vari nutrienti attraverso di essi. Il sangue speso entra nelle vene e ritorna a loro sul lato destro del cuore. Da lì, entra nei polmoni, dove si arricchisce di nuovo con l'ossigeno. Passando attraverso il sistema linfatico, il sangue viene purificato.

Le vene sono divise in superficiali e profonde. I primi sono vicini alla superficie della pelle. Il sangue scorre attraverso di loro nelle vene profonde, che lo restituiscono al cuore.

La regolazione dei vasi sanguigni, il lavoro del cuore e il flusso sanguigno totale vengono effettuati dal sistema nervoso centrale e secreti dalle sostanze chimiche locali nei tessuti. Questo aiuta a controllare il flusso del sangue attraverso le arterie e le vene, aumentando o diminuendo la sua intensità, a seconda dei processi che si verificano nel corpo. Ad esempio, aumenta con lo sforzo fisico e diminuisce con gli infortuni.

Come scorre il sangue

Il sangue esaurito "esaurito" attraverso le vene entra nell'atrio destro, da dove scorre nel ventricolo destro del cuore. Con movimenti potenti, questo muscolo spinge il liquido in arrivo nel tronco polmonare. È diviso in due parti. I vasi sanguigni dei polmoni sono progettati per arricchire il sangue con l'ossigeno e restituirli al ventricolo sinistro del cuore. Per ogni persona, questa parte di esso è più sviluppata. Dopotutto, il ventricolo sinistro è responsabile di come tutto il corpo sarà rifornito di sangue. Si stima che il carico che cade su di esso sia 6 volte maggiore di quello a cui è esposto il ventricolo destro.

Il sistema circolatorio comprende due cerchi: piccoli e grandi. Il primo di essi è progettato per saturare il sangue con l'ossigeno, e il secondo - per il suo trasporto durante l'orgasmo, il rilascio in ogni cellula.

Requisiti per il sistema circolatorio

Affinché il corpo umano funzioni normalmente, è necessario osservare un certo numero di condizioni. Prima di tutto, l'attenzione è rivolta allo stato del muscolo cardiaco. Dopo tutto, è quella pompa che pompa il fluido biologico necessario lungo le arterie. Se il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni è rotto, il muscolo è indebolito, quindi questo può causare edema periferico.

È anche importante osservare il differenziale delle regioni a bassa e alta pressione. Questo è necessario per il normale flusso di sangue. Ad esempio, nell'area del cuore, la pressione è inferiore a quella del letto capillare. Questo ti permette di osservare le leggi della fisica. Il sangue si sposta dalla zona di pressione più alta all'area in cui è più bassa. Se si verifica un certo numero di malattie, a causa delle quali viene violato l'equilibrio stabilito, allora è irto di ristagno nelle vene, gonfiore.

Il rilascio di sangue dagli arti inferiori è dovuto alle cosiddette pompe venose muscolari. Questo è il nome dei muscoli del polpaccio. Ad ogni passo, si contraggono e spingono il sangue contro la naturale forza di attrazione verso l'atrio destro. Se questa funzione viene violata, ad esempio, a seguito di traumi e immobilizzazione temporanea delle gambe, c'è un edema causato da una diminuzione del ritorno venoso.

Un altro importante collegamento responsabile per garantire che i vasi sanguigni umani funzionino normalmente sono le valvole venose. Sono progettati per mantenere il liquido che scorre su di loro fino a raggiungere l'atrio destro. Se questo meccanismo è rotto, e ciò è possibile a causa di lesioni o per l'usura delle valvole, si osserverà una raccolta patologica di sangue. Di conseguenza, questo porta ad un aumento della pressione nelle vene e spremitura della parte liquida del sangue nei tessuti che sono intorno. Un vivido esempio di violazione di questa funzione sono le vene varicose sulle gambe.

Classificazione dei vasi sanguigni

Per capire come funziona il sistema circolatorio, è necessario capire come funziona ciascuna delle sue componenti. Quindi, le vene polmonari e cave, il tronco polmonare e l'aorta sono i principali modi di spostare il fluido biologico necessario. E tutti gli altri sono in grado di regolare l'intensità di afflusso e deflusso del sangue verso i tessuti grazie alla possibilità di cambiare il loro lume.

Tutti i vasi del corpo sono suddivisi in arterie, arteriole, capillari, venule, vene. Tutti formano un sistema di connessione chiuso e servono a un unico scopo. Ogni vaso sanguigno ha il suo scopo.

arteria

Le sezioni lungo le quali si muove il sangue sono divise, a seconda della direzione in cui si muove in esse. Quindi, tutte le arterie sono progettate per trasportare il sangue dal cuore attraverso il corpo. Sono di tipo elastico, muscolare e muscolare-elastico.

Il primo tipo include quelle vasi che sono direttamente collegati al cuore e escono dai suoi ventricoli. Questo tronco polmonare, arterie polmonari e carotidi, aorta.

Tutti questi vasi del sistema circolatorio sono costituiti da fibre elastiche che si allungano. Questo succede con ogni battito cardiaco. Una volta passata la contrazione del ventricolo, le pareti tornano alla loro forma originale. Ciò mantiene la pressione normale per tutto il periodo fino a quando il cuore è di nuovo pieno di sangue.

A tutti i tessuti del corpo, il sangue scorre attraverso le arterie che si allontanano dall'aorta e dal tronco polmonare. In questo caso, diversi organi necessitano di diverse quantità di sangue. Quindi, le arterie dovrebbero essere in grado di restringere o espandere il loro lume in modo che il liquido passi attraverso di loro solo nelle dosi necessarie. Questo è ottenuto grazie al fatto che lavorano le cellule muscolari lisce. Tali vasi sanguigni di una persona sono chiamati distributivi. Il loro lume è regolato dal sistema nervoso simpatico. Le arterie muscolari comprendono l'arteria cerebrale, radiale, brachiale, poplitea, vertebrale e altre.

Ci sono anche altri tipi di vasi sanguigni. Questi includono le arterie muscolari-elastiche o miste. Possono benissimo contrarsi, ma hanno un'elevata elasticità. Questo tipo include arteria succlavia, femorale, iliaca, mesenterica, tronco celiaco. Contengono sia le fibre elastiche che le cellule muscolari.

Arteriole e capillari

Mentre il sangue scorre lungo le arterie, il loro lume diminuisce e le pareti diventano più sottili. Gradualmente passano nei più piccoli capillari. Il sito dove terminano le arterie si chiama arteriola. Le loro pareti sono costituite da tre strati, ma sono debolmente espressi.

I vasi più delicati sono i capillari. Insieme rappresentano la parte più lunga dell'intero sistema di fornitura del sangue. Collegano tra loro i letti venosi e arteriosi.

Un vero capillare è chiamato un vaso sanguigno, che si forma come conseguenza della ramificazione delle arteriole. Possono formare anelli, reti che si trovano nella pelle o nei sacchetti sinoviali o nei glomeruli vascolari situati nei reni. La dimensione del loro lume, il tasso di flusso sanguigno in essi e la forma delle reti formate dipendono dai tessuti e dagli organi in cui si trovano. Così, per esempio, nei muscoli scheletrici, i polmoni e le conchiglie dei nervi sono i vasi più sottili - il loro spessore non supera i 6 micron. Formano solo reti piatte. Nelle membrane mucose e nella pelle, possono raggiungere 11 micron. In essi, le navi formano una rete tridimensionale. I capillari più larghi si trovano negli organi che formano il sangue, ghiandole di secrezione interna. Il loro diametro in loro arriva a 30 micrometri.

Anche la densità del loro posizionamento non è la stessa. La più alta concentrazione di capillari si nota nel miocardio e nel cervello, per ogni 1 mm 3 ce ne sono fino a 3 000. Allo stesso tempo, nel muscolo scheletrico, ce ne sono solo 1000 e ancor meno nel tessuto osseo . È anche importante sapere che nello stato attivo in condizioni normali, il sangue circola non attraverso tutti i capillari. Circa il 50% di essi sono in uno stato inattivo, la loro clearance è compressa al minimo, solo il plasma passa attraverso di essi.

Venule e vene

I capillari, il sangue in cui proviene dalle arteriole, si combinano e formano vasi più grandi. Si chiamano venule postcapillari. Il diametro di ciascuna di tali navi non supera i 30 micron. Nelle aree di giunzione si formano pieghe che svolgono le stesse funzioni delle valvole nelle vene. Le cellule del sangue e il plasma possono passare attraverso le loro pareti. Le venule postcapillari si uniscono e cadono nel collezionismo. Il loro spessore è fino a 50 micron. Cellule muscolari lisce cominciano ad apparire nelle loro pareti, ma spesso non circondano nemmeno il lume della nave, ma il loro guscio esterno è già chiaramente pronunciato. La raccolta delle venule va ai muscoli. Il diametro di quest'ultimo spesso raggiunge i 100 μm. Hanno già fino a 2 strati di cellule muscolari.

Il sistema circolatorio è progettato in modo tale che il numero di vasi drenanti il ​​sangue sia solitamente due volte più grande del numero con cui entra nel letto capillare. In questo caso, il liquido viene distribuito come segue. Nelle arterie raggiunge il 15% del sangue totale nel corpo, nei capillari fino al 12% e nel sistema venoso del 70-80%.

A proposito, il liquido può fluire dalle arteriole alle venule, senza entrare nel canale capillare attraverso anastomosi speciali, nelle cui pareti entrano le cellule muscolari. Si trovano in quasi tutti gli organi e sono progettati per consentire la fuoriuscita del sangue nella via venosa. Con il loro aiuto viene controllata la pressione, viene regolata la transizione del fluido tissutale e il flusso sanguigno attraverso il corpo.

Le vene si formano dopo la fusione delle venule. La loro struttura dipende direttamente dalla posizione e dal diametro. Il numero delle cellule muscolari è influenzato dalla posizione della loro localizzazione e quindi, sotto l'influenza di quali fattori il liquido si muove in esse. Le vene sono divise in muscoli e fibrosi. Questi ultimi includono vasi retinici dell'occhio, milza, ossa, placenta, gusci molli e duri del cervello. Il sangue circolante nella parte superiore del corpo si muove principalmente sotto la forza di gravità, e anche sotto l'influenza dell'azione di suzione durante l'inalazione della cavità toracica.

Le vene degli arti inferiori sono diverse. Ogni vaso sanguigno delle gambe deve sopportare la pressione creata dalla colonna di fluido. E se le vene profonde sono in grado di mantenere la loro struttura a causa della pressione dei muscoli circostanti, allora la superficie è più difficile. Hanno uno strato muscolare ben sviluppato e le loro pareti sono molto più spesse.

Inoltre, la differenza caratteristica tra le vene è la presenza di valvole, che impediscono il ritorno del flusso sanguigno sotto l'influenza della gravità. È vero, non si trovano in quei vasi che sono nella testa, nel cervello, nel collo e negli organi interni. Sono anche assenti nelle vene cave e poco profonde.

Le funzioni dei vasi sanguigni differiscono a seconda del loro scopo. Quindi, le vene, ad esempio, servono non solo a muovere il fluido nella regione del cuore. Sono anche progettati per riservarlo in aree separate. Le vene sono coinvolte nel caso in cui il corpo sta lavorando sodo e ha bisogno di aumentare il volume di sangue circolante.

Struttura delle pareti delle arterie

Ogni vaso sanguigno è composto da diversi strati. Il loro spessore e densità dipendono esclusivamente dal tipo di vene o arterie a cui si riferiscono. Influisce anche sulla loro composizione.

Ad esempio, le arterie elastiche contengono un gran numero di fibre, che forniscono stretching ed elasticità delle pareti. Il guscio interno di ciascun tale vaso sanguigno, che è chiamato intima, rappresenta circa il 20% dello spessore totale. È rivestito con endotelio e sotto di esso è tessuto connettivo lasso, sostanza intercellulare, macrofagi, cellule muscolari. Lo strato esterno dell'intima è delimitato da una membrana elastica interna.

Lo strato intermedio di tali arterie è costituito da membrane elastiche, si addensano con l'età, il loro numero aumenta. Tra di loro ci sono cellule muscolari lisce che producono sostanza intercellulare, collagene, elastina.

Il guscio esterno delle arterie elastiche è formato da un tessuto connettivo fibroso e sciolto, longitudinalmente ci sono fibre elastiche e di collagene. Contiene anche piccole navi e tronchi nervosi. Sono responsabili per l'alimentazione dei gusci esterni e medi. È la parte esterna che protegge le arterie dalle rotture e dalla crescita eccessiva.

La struttura dei vasi sanguigni non è molto diversa, che è chiamata le arterie muscolari. Inoltre consistono di tre strati. La membrana interna è rivestita di endotelio, contiene una membrana interna e un tessuto connettivo lasso. Nelle piccole arterie questo strato è poco sviluppato. Il tessuto connettivo contiene fibre elastiche e di collagene, si trovano longitudinalmente in esso.

Lo strato intermedio è formato da cellule muscolari lisce. Sono responsabili della riduzione dell'intera nave e della spinta del sangue nei capillari. Le cellule muscolari lisce sono collegate alla sostanza intercellulare e alle fibre elastiche. Lo strato è circondato da una sorta di membrana elastica. Le fibre situate nello strato muscolare sono collegate agli strati esterno ed interno dello strato. Sembrano formare uno scheletro elastico che non consente all'arteria di aderire. E le cellule muscolari sono responsabili della regolazione dello spessore del lume della nave.

Lo strato esterno è costituito da un tessuto connettivo lasso in cui si trovano collagene e fibre elastiche, si trovano obliquamente e longitudinalmente. In esso ci sono nervi, vasi linfatici e vasi sanguigni.

La struttura dei vasi sanguigni di tipo misto è un collegamento intermedio tra le arterie muscolari ed elastiche.

Anche le arteriole sono costituite da tre strati. Ma sono piuttosto debolmente espressi. La membrana interna è l'endotelio, uno strato di tessuto connettivo e una membrana elastica. Lo strato intermedio è costituito da 1 o 2 strati di cellule muscolari, disposte a spirale.

Struttura delle vene

Affinché il cuore e i vasi sanguigni, chiamati arterie, funzionino, è necessario che il sangue possa risalire verso l'alto, aggirando la forza di attrazione. Per questi scopi sono progettati venule e vene che hanno una struttura speciale. Questi vasi sono costituiti da tre strati, oltre alle arterie, sebbene siano molto più sottili.

Il guscio interno delle vene contiene l'endotelio, ha anche una membrana elastica debolmente sviluppata e tessuto connettivo. Lo strato intermedio è muscoloso, è debolmente sviluppato, le fibre elastiche in esso sono praticamente assenti. A proposito, è per questo che la vena tagliata cade sempre. Il più spesso è il guscio esterno. Consiste di tessuto connettivo, contiene un gran numero di cellule di collagene. Anche in alcune vene ci sono cellule muscolari lisce. Sono loro che promuovono la spinta del sangue verso il cuore e impediscono la sua corrente inversa. Lo strato esterno contiene anche i capillari linfatici.

You May Also Like

New Articles

Reader's Choice

© 2023 ologimp.com